Fusione Autotorino e Autostar: la risposta dei big player automotive italiani al mercato che cambia.

Le imprese sono fatte di uomini che ogni giorno con determinazione perseguono crescita e innovazione. Quando due grandi storie imprenditoriali di successo si incontrano e percepiscono un sentire comune, nasce la voglia di intraprendere nuovi progetti ed il desiderio di lasciare un segno nelle comunità di riferimento.

Il 3 aprile 2019 a Milano è stato firmato l’accordo per un progetto di fusione tra Autotorino Spa e Autostar Spa: nascerà una realtà composta da 1.500 collaboratori, oltre 260.000 clienti, un fatturato aggregato di 1,2 miliardi di Euro e  53.000 auto vendute (dati 2018).
Non interverranno modifiche nella compagine sociale del nuovo soggetto aggregato.

 

Gli attori dell’accordo tra Autotorino e Autostar

Autotorino – sede direzionale di Cosio Valtellino (SO)

A partire dagli anni Ottanta, il friulano Arrigo Bonutto, alla guida di Autostar e il valtellinese Plinio Vanini, presidente di Autotorino, insieme ai loro affiatati team, hanno costruito due realtà dell’automotive molto radicate nei propri territori di riferimento. Nel corso degli anni entrambe hanno consolidato una collaborazione di successo con brand di grande rilievo come BMW, Mercedes-Benz, Toyota, Hyundai, Kia e Jeep.  Una vocazione imprenditoriale interpretata da entrambe le aziende con qualità ed innovazione dei servizi di mobilità rivolti al cliente, ricadute occupazionali significative in una comune ottica di investimento su talento e professionalità dei propri collaboratori.

AUtostar – Sede di Tavagnacco (UD)

La gestione trasparente e attenta delle concessionarie, il profondo orientamento ai bisogni del cliente, hanno portato i due Dealer ad una oculata e costante crescita in termini di volumi e marginalità, fino a raggiungere entrambi la top ten delle imprese italiane della distribuzione auto ed una robustezza finanziaria che ora consente di intraprendere nuove sfide.

La fusione di Autotorino e Autostar amplierà le opportunità di nuovi investimenti in processi e piattaforme per meglio competere nei servizi alla mobilità del cliente.

Questo avverrà valorizzando i rispettivi patrimoni d’esperienza e di percorsi di ricerca e formazione, così da creare un incubatore di idee, progetti e servizi finalizzati ancor più efficacemente ad una lettura competitiva e proattiva dell’evoluzione del mercato e delle tendenze espresse dal pubblico.

Il piano industriale che sarà presentato nei prossimi giorni conterrà innovativi progetti indirizzati alla qualità dell’esperienza di acquisto fisica e digitale dell’auto, con l’obiettivo di migliorare lo share di vendita nei presidi storici del nord Italia. 

Il target finanziario fissato sarà già per il 2019 un Ebitda aggregato di 47 milioni (+12% sul 2018).

Fusione Autotorino e Autostar

Le dichiarazioni 

L’accordo è stato firmato dal presidente di Autotorino Spa Plinio Vanini e dal presidente di Autostar Spa Arrigo Bonutto, accompagnati nel percorso preparatorio da Stefano Martinalli e Claudio Airò, rispettivamente Consigliere Delegato di Autotorino Spa e Direttore Generale di Autostar Spa.

Plinio Vanini – Presidente Autotorino Spa

Sono particolarmente orgoglioso di questa operazione” ha dichiarato Plinio Vanini, presidente di Autotorino SpA. “Con Autostar da tempo abbiamo sviluppato percorsi comuni di innovazione nei processi, nella formazione dei collaboratori, e da sempre condividiamo la visione dell’evoluzione del mercato auto. Sarà il partner ideale per continuare a crescere perché siamo convinti che negli attuali scenari di mercato esistano anche in Italia grandi opportunità per chi ha innanzitutto idee chiare e la volontà di metterle concretamente in campo. Autotorino e Autostar hanno basi finanziarie solide, operano in territori dalle grandi potenzialità di sviluppo ed abbiamo già potuto sperimentare un forte affiatamento di tutte le persone coinvolte in questo percorso preparatorio. Il nuovo gruppo sarà il primo dealer italiano in grado di guardare con ambizione anche oltre i confini nazionali, con un modello che mette al centro le persone e la loro gratificazione: tanto nella dimensione professionale all’interno dei team di lavoro, quanto nell’esperienza da parte dei Clienti

Arrigo Bonutto – Presidente Autostar Spa

Il nuovo gruppo nasce dall’aggregazione di aziende che vogliono continuare a svilupparsi” ha aggiunto Arrigo Bonutto, presidente di Autostar SpA. “Dall’integrazione si genereranno vantaggi per tutti: per i dipendenti e collaboratori, che opereranno in un’azienda più grande che avrà una eccezionale propensione all’innovazione e offrirà una migliore crescita professionale; per le case automobilistiche che potranno contare su un partner capace di valorizzare al meglio i loro brand; per i nostri clienti che avranno condizioni e servizi sempre migliori. Un vantaggio anche per il nostro territorio, su cui abbiamo intenzione di continuare ad investire anche sotto il profilo occupazionale e sviluppando ulteriormente l’indotto”.

Al termine del progetto di fusione e a integrazione avvenuta, i marchi Autostar e Autotorino saranno mantenuti a livello commerciale, e le due aziende continueranno ad operare negli attuali territori con nuovi investimenti in professionalità e processi.

L’operazione è subordinata all’approvazione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
La fusione sarà operativa da luglio 2019.

Gli advisor legali dell’operazione sono lo studio Osborne Clarke di Milano (Autotorino) e Ponti & Partners di Udine (Autostar).

I Dati Personali conferiti compilando il form saranno oggetto di trattamento e i dati che successivamente acquisiti nell’ambito della gestione della risposta alla Sua richiesta saranno trattati da Autotorino S.p.A., in qualità di Titolare del Trattamento, prevalentemente con mezzi informatici, per pubblicare il commento su questo sito. La base giuridica che legittima il trattamento è individuabile nell’esecuzione di un contratto o di misure precontrattuali adottate su Sua richiesta ai sensi dell’art. 6 paragrafo 1 lett. b) del Regolamento UE 2016/679. Il conferimento dei dati è libero, la mancata compilazione dei campi obbligatori (nome, email e recensione) inibisce la possibilità di inviare il commento. L’indirizzo mail non sarà pubblicato. I dati personali saranno trattati da persone autorizzate e saranno trasmessi a fornitori di servizi per attività strettamente coerenti al perseguimento delle finalità indicate. L’elenco dei fornitori è disponibile a richiesta. I dati personali saranno conservati per un periodo di tempo congruo in relazione al perseguimento delle finalità dichiarate. I dati personali che non risultino più necessari, in quanto relativi allo svolgimento di attività valutative ormai esaurite, non saranno oggetto di ulteriore e/o diversa utilizzazione. Le ricordiamo che, in qualità di interessato, ha diritto di chiedere al titolare del trattamento, ai sensi degli artt. 15 e segg. del Regolamento UE 2016/679, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento o di opporsi al loro trattamento. In qualità di interessato ha inoltre il diritto proporre reclamo a un’autorità di controllo. Il titolare del trattamento è contattabile, anche per l’esercizio dei diritti che le spettano (sopra elencati), scrivendo ad Autotorino S.p.A., sede operativa sita in Via Stazione 4 - 23013 Cosio Valtellino (SO) o via mail privacy@autotorino.it. Autotorino S.p.A. ha nominato un Responsabile per la protezione dei Dati personali (RPD/DPO) contattabile all’indirizzo mail dpo@autotorino.it.

One Response to “Fusione Autotorino e Autostar: la risposta dei big player automotive italiani al mercato che cambia.”

  1. Giorgio Scamuzzi ha detto:

    Consolidation!

Leave a Reply

© 2019 Autotorino Social. All rights reserved. Site Admin · Entries RSS · Comments RSS
Powered by WordPress · Designed by Theme Junkie

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress